Memoria e produttività: possono migliorare?

memoria

Spesso affermo di non avere più memoria (ma ne ho mai avuta tanta?) e sento moltissime altre persone che si lamentano per questo, giovani compresi.
Quotidianamente cerco di

migliorare la memoria e, contemporaneamente, essere più produttivo.

Prima regola fondamentale:
Sempre dritto all’obiettivo
Come sempre nella vita ci sono un mucchio di stupidaggini e molte cose importanti. Pettegolezzi, chiacchiere, attese inutili, ritardi: evitare tutto questo e tirare dritto verso l’obiettivo.

E poi ci sono alcune cose che puoi fare anche tu per aumentare la memoria e la performance lavorativa:

Crea un sistema
Le decisioni affaticano il cervello ed un sistema elimina le decisioni consentendo maggiore efficienza del cervello. Un sistema non è un disturbo ossessivo-compulsivo: va creato ed usato.

Pianifica per il giorno successivo
Prima di andare a letto cerca di pianificare la giornata successiva così, quando ti alzerai, non sarai simile ad un cane che insegue le automobili!

Mai lo smartphone la prima ora del giorno
La funzione primaria dello smartphone è interromperti specie nella prima ora del giorno, quando ti concentri per il giorno che hai davanti. Il caffè, la colazione, la toilette non hanno bisogno dello smartphone

Evita la confusione
Una vita confusionaria equivale ad un cervello confuso con il quale non si può lavorare. Meglio un lavoro in semplicità in un ambiente vivibile: una scrivania, un computer ed un blocco note senza altre cose stupide e superflue.

È realmente necessario?
Mi faccio questa domanda più spesso che posso e spesso mi rispondo “no”. Perché fare cose non necessarie?

Elimina ogni cosa che ti distrae
La potenza del cervello è sopravvalutata. Se qualcosa ti distrae eliminala! Disattiva le notifiche di Whatsapp, di Facebook e di ogni altro social; togli le notifiche delle news di qualsiasi tipo e delle e-mails. Troverai giovamento se ti “isolerai” per due-tre ore da tutto ciò. Pensi di essere immune da distrazioni?

Non fare più cose contemporaneamente
Spesso ti destreggi in molte cose simultaneamente: inviare e-mail, inviare messaggi al telefono, controllare Facebook durante una riunione: ti destreggi in rapidi cambi di contesto. Gloria Mark, dell’Università della California, Irvine, ha dimostrato che una persona impiega 25 minuti per tornare all’impegno originale dopo un’interruzione. Ma anche impiegare solo 10 minuti significa un uso sconsiderato del proprio tempo lavorativo e del proprio impegno mentale perché spesso ci vuole tempo pure per recuperare la memoria di quello che si sta facendo

Controlla le email un paio di volte al giorno
Ogni volta che controlli la posta elettronica e/o i social hai una scarica di dopamina (è un neurotrasmettitore endogeno). Sì, è bello vedere chi ti scrive, ma molti ne sono dipendenti: la dopamina crea una scarica, ma ti consuma le energie. Alla fine della giornata sei stanco, ma non sei stato produttivo. Questo è un altro importante motivo per interrompere le notifiche ed i controlli compulsivi delle e-mails e dei social networks

Prenditi 5 minuti ogni mezz’ora
Tu puoi stirarti la schiena, camminare intorno al tavolo, bere un po’ d’acqua, ma la cosa più importante è isolarti dal tuo lavoro, uscire dalla tua stanza o dal tuo ufficio per qualche minuto. Quando tornerai potrai portare una nuova idea oppure dire “cosa diavolo sto facendo?” E fermarti senza perdere altro tempo.

Smetti di consumare così tante informazioni
Non è necessario leggere 5000 articoli sulla produttività. Se trovi informazioni utili, provale. Non è sempre meglio cercare di più: inizia a creare.

Annota tutti i tuoi pensieri ed idee
Il nostro cervello funziona come la RAM dei computers: immagazziniamo imemorianformazioni nella Random Access Memory, ma appena essa si esaurisce togliamo le vecchie info e inseriamo le nuove. Vale sempre la pena inserire nuovi pensieri e nuove idee a patto che ognittanto andiamo a dare un’occhiata alla nostra memoria RAM trasferendone i contenuti da qualche parte.

Io ho trovato un posto dove conservare pensieri ed idee, simile ad un hard disk organizzato: guarda qui.
Scriverò nel prossimo futuro come lo uso io oppure potrai chiedermi come potresti fare ad usarlo subito ed efficacemente.

Non andare ad ogni incontro
Questo è difficile per le persone che lavorano nelle aziende soprattutto in quelle che hanno la cultura delle riunioni: solitamente si organizzano riunioni per sembrare importanti o per rimandare il lavoro. Fermiamo il parlare inutile!

Dire di no
Bisogna imparare a dire di no alle tante cose che non vanno d’accordo con i propri obiettivi e con i propri valori.

Riduci al minimo il pensare
Quando una persona dice “ci sto pensando” significa che sta preoccupandosi di pensare: tu non pensarci molto, fallo altrimenti fa qualcos’altro

Muoviti ogni giorno
Poche cose sono essenziali nella vita: il cibo, l’acqua, la protezione, le amicizie e l’esercizio fisico. Senza tutto ciò non puoi vivere bene: il movimento ti rende più felice, più smart, più sano, più forte

Ridi di più
Ridere riduce lo stress e, se vuoi aumentare la produttività, devi eliminare lo stress: muovi gli angoli della tua bocca più che puoi

Se stai passando una giornataccia, clicca “Reset”
Se succede qualcosa di spiacevole non rovinare la giornata: prenditi una pausa, stai da solo, medita, ascolta musica, passeggia, rinfresca la memoria e cerca di rimettere le cose a posto senza sprecare la giornata

Svolgi il lavoro in modo coerente
Per qualcuno parlare di lavoro è più facile che farlo. Ma tu non sei quel qualcuno, tu sei una macchina di produttività: comportati come tale, ogni singolo giorno.

Se hai qualcosa da dire o da domandare a riguardo lascia pure un commento: mi farà piacere.

Ti ricordo che ho trovato lo strumento per conservare pensieri ed idee: guarda qui.

Tags: